SARDEGNA PROTOCOLLO DI SORVEGLIANZA SANITARIA APPROVATA

sabina-contuPossiamo dire che dopo tante battaglie giuste e diritti irrinunciabili alla salute per i lavoratori sardi ex esposti all’amianto si apre una strada nuova. La Regione Sardegna, ieri nella riunione di giunta ha approvato il nuovo Protocollo di Sorveglianza Sanitaria, presentato dall’assessore alla sanità Dott. Luigi Arru.

Come AIEA, siamo molto soddisfatti, in quanto attraverso il nuovo protocollo si uniformeranno le procedure tra i diversi SPreSAL delle diverse ASL e verrà garantito a tutti lo stesso trattamento, in grado di garantire una diagnosi certa e precoce delle patologie asbesto correlate. Questo faciliterà il lavoro instancabile dei patronati della ANMIL e INCA-CGIL, che cureranno l’invio delle domande amministrative.

Nei prossimi giorni avremo modo di analizzare nel dettaglio il contenuto e di conoscere i termini reali dei cambiamenti. E’ un grande passo in avanti che premia la determinazione della nostra associazione, l’AIEA, che da subito ha posto in evidenza i limiti del vecchio protocollo.

Salutiamo con grande soddisfazione questo risultato e ringraziamo coloro che nel corso di questi mesi hanno sostenuto con noi questa battaglia, in particolare la sensibilità dell’assessore Arru, dei consiglieri regionali Daniela Forma, Daniele Cocco, Gaetano Ledda, Michele Piras, il sindaco di Ottana Franco Saba, di Bolotana Francesco Manconi, di Orotelli Nannino Marteddu, di Bono Michela Sau, il sindaco di Benetutti Enzo Cosseddu, Franco Furriolu di Esporlatu,Giuseppe Mellino di Nule, Tore Arras di Burgos, Maria Giovanna Pittalis di Illorai.

Un ringraziamento particolare per il contributo straordinario va a Dott. Roberto Cherchi responsabile di Chirurgia Toracica presso l’ospedale Businco di Cagliari e aProf. Cocco Responsabile dell’istituto di Medicina del Lavoro dell’AOU di Cagliari.

Infine ringraziamo tutti coloro che con il loro apporto sono stati determinanti per il conseguimento di questo risultato, Salvatore Pinna segretario della CGIL di Nuoro e a Michele Sias dell’INCA con Angela Murreddu, Tonino Secchi presidente dell’ANMIL di Nuoro, Raffaele Mattu e Anna Rita Ortu del patronato ANMIL.

Grazie ai giornalisti che con grande sensibilità hanno seguito con particolare attenzione la nostra battaglia, in particolare Barbara Romano,Carmina Conte, Michele Tatti, Paolo Merlini, Federico Sedda, Graziano Canu, Giulia Serra, Marilena Orunesu, Mariantonietta Piga.

Per ultimi tutti gli associati all’AIEA che non hanno mai smesso di credere sull’esito di questa vertenza, dalla Presidente Nazionale Maura Crudeli, al Vice Mario Murgia eFulvio Aurora Presidente di Medicina Democratica. Oggi possiamo dire che è una bella giornata, siamo convinti che se proseguiremo con lo stesso spirito e la stessa determinazione altre ne seguiranno.

Ora siamo in attesa di una grande notizia, la data dell’arrivo della Commissione Nazionale Infortuni del Senato, annunciata dal Senatore Silvio Lai

Condividi: