MAGISTRATURA A TARANTO: rispetto per le decisioni