AMIANTO KILLER DEGLI EX ESPOSTI SACELIT DI SAN FILIPPO DEL MELA

Molti pensano ed immaginano che ormai difficilmente parleremo delle Fibre Killer di amianto. non hanno capito che ne parleremo fino al 2025 e oltre.

Oggi 15 febbraio 2013  è toccato al collega Antonino De Mariano. 111 vittima su 220 dipendenti. Oltre il 50% degli ex esposti.

Antonino ci lascia all’età di 76 anni dopo avere sofferto per più di 15 anni, per: ASBESTOSI PLEURO-POLMONARE, INSUFFICIENZA RESPIRATORIA, ADDENSAMENTO PARENCHIMALE A SINISTRA NELLA PORZIONE INFERIORE DEL LINGULARE, ISPESSIMENTO FIBRO-CALCIFICO DELLE PLEURE PARIETO-COSTALI E DIAFRAMMATICHE CON ASSOCIAZIONE DI ISPESSIMENTO REATTIVO DELL’APICE SUBPLEURICO, AREE DI ADDENSAMENTO PARENCHIMALE A CARATTERE FIBROTICO, ISPESSIMENTO DEL PICCOLO INTERSTIZIO POLMONARE IN SEDE BASALE E MANTELLARE DI ENTRAMBI I LATI .COLLASSO CARDIO-CIRCOLATORIO.

Antonino ha lavorato alla  Sacelit di San Filippo del Mela ad esposizione a contatto con le fibre di Amianto, dal 25/02/58 al 31/05/85, per ben 27 anni con le mansioni di meccanico.

Abbiamo lavorato insieme in officina meccanica, abbiamo effettuato manutenzioni insieme. all’interno di quella azienda della morte inconsci dei pericoli. Ha sempre svolto il proprio lavoro con estrema correttezza, serietà e grande professionalità, mai immaginando che quel lavoro, quell’esposizione alle fibre Killer lo avrebbero fatto soffrire così atrocemente. È impensabile ed inimmaginabile che una persona, dopo avere fatto il proprio dovere lavorativo debba essere sottoposto a questi atroci sofferenze per gli anni che avrebbe dovuto riposarsi a causa di responsabili aziendali che per anni sono stati tranquillamente a Milano, incuranti della nostra integrità fisica, interessati soltanto ai profitti provenienti dalla labvorazione dell’amianto.

 Purtroppo l’ho asserito e continuerò ad asserirlo di amianto, di patologie, di Mesoteliomi, Neoplasie tra gli ex esposti, i familiari e i cittadini che sono stati esposti o ne verranno a contatto non finiremo di parlarne, continuamente fino a quando, la Regione Sicilia, i comuni e le Provincie non decideranno di eliminare i tetti e i prodotti in amianto-cemento screpolati o rotti esistenti sul territorio.

Il Presidente Comitato permanente Esposti Amianto e Ambiente

Salvatore Nania

Condividi: