SCIOPERO DELLA FAME AFEVA SARDEGNA E AFEA ONLUS

 Comunicazione di avvio di sciopero della fame e di SIT-IN a Roma,davanti alla Camera dei Deputati – Piazza Montecitorio, dietro l’obelisco

La non-violenza è il massimo del coraggio -Mahatma Gandhi

marina_amianto_news

Questo CAD, avvertendo la disarmante disattenzione e ritrosia delle Istituzioni a riconoscere con azioni e atti concreti la specificità del ruolo svolto dal personale dalle Forze Armate e Sicurezza Nazionale, già affermata dall’art. 19, comma 1, della Legge n. 183 del 4 novembre 2010, approntando tutele previdenziali più efficaci e tempestive nei confronti dei leali servitori dello Stato incolpevoli e inconsapevoli vittime dell’amianto e degli altri fattori nocivi, Vittime della grave sottovalutazione del rischio e della altrettanto grave mancata attività di prevenzione, e della lacunosa legislazione vigente che lo stesso Consiglio di Stato con il parere n. 2881 del 23/10/2015, ha dichiarato essere <<in qualche parte oscura, imperfetta od incompleta>>

COMUNICA CHE

I Presidenti della AFeVA Sardegna, Garau Salvatore, e della AFEA nazionale, Serarcangeli Pietro, hanno deciso di attivare un presidio silenzioso davanti alla Camera dei Deputati – Piazza Montecitorio, dietro l’obelisco , a partire dal mattino di lunedì 11 dicembre.

Il presidio sarà caratterizzato dall’avvio dello SCIOPERO DELLA FAME del presidente Garau, il quale sarà assistito dal presidente Serarcangeli che per pregressi motivi di salute non potrà praticare tale cruento ed eclatante atto.

Il giorno martedì 12, dalle ore 15,00 alle ore 19,00 , sempre davanti alla Camera dei Deputati – Piazza Montecitorio, dietro l’obelisco, è proclamata la mobilitazione generale di quanti vorranno stare al nostro fianco.Sono inviati a partecipare, a sostenere l’iniziativa e a sostenerci fisicamente, moralmente e psicologicamente:

le Associazioni civiche e i cittadini consapevoli degli importantissimi e delicati compiti affidati al personale del Comparto Difesa e della Sicurezza Nazionale e dei correlati impieghi in attività estremamente usuranti;

Gli esposti e le VITTIME dell’amianto, del uranio impoverito, del radon, dei vaccini e di tutti gli altri fattori e sostanze nocive alla salute a cui il personale del comparto difesa e sicurezza nazionale è costantemente esposto;

Il personale militare in servizio attivo è invitato a NON partecipare in quanto in tale status E’ VIETATO partecipare a manifestazioni aventi esplicito riferimento ad argomenti di carattere militare ed È altresì VIETATO esercitare il diritto alla libera manifestazione del pensiero e il diritto di sciopero. Facciano partecipare i Familiari !

I MILITARI IN CONGEDO parteciperanno in nome e per conto del personale militare in servizio attivo, nessuno escluso, con decorazioni metalliche.

CHIEDIAMO

che il Governo e il Parlamento restituiscano il giusto peso al Patto sigillato col Giuramento1 di assoluta di Fedeltà alle Istituzioni Repubblicane, alla Costituzione e alla Repubblica sino all’estremo sacrificio, se necessario, consapevolmente reso dalla Sua migliore gioventù.

CHIEDIAMO

che il Governo e il Parlamento varino un puntuale, complessivo, intervento legislativo CHIARO, GIUSTO ed EQUO, che affermi i diritti ora negati ai militari e i civili del Comparto Difesa e della Sicurezza Nazionale esposti e vittime dell’amianto e degli altri fattori nocivi, senza l’erosione di quelli già riconosciuti.

Coordinamento Amianto pro Comparto Difesa

Il Coordinamento Amianto pro Comparto Difesa, più brevemente CAD, composto dalla AFeVA Sardegna e dalla AFEA, è stato costituito con il fine di stabilire una univoca, unitaria, coordinata e incisiva azione tra le Associazioni di Vittime dell’Amianto in difesa dei diritti dei militari e dei civili del Comparto Difesa e della Sicurezza Nazionale esposti e vittime dell’amianto e degli altri fattori nocivi, e dei familiari di questi, per la rivendicazione e l’affermazione dei diritti ora negati, senza l’erosione di quelli già riconosciuti al predetto personale e ai loro familiari,

Contatti CAD

A.FeV.A Sardegna ONLUS

Associazione Familiari e Vittime Amianto Sardegna

c/o Garau Salvatore, Via Azuni, 39 07041 Alghero (SS)

tel e fax 079 970103 — cell. 347 5234072

e.mail afevasardegna@yahoo.it PEC afevasardegna@pec.sardegnasolidale.it

nav_sea_day_2013_3_H264_2023kbps_AAC_und_ch2_128kbps_83.jpg--

A.F.E.A Onlus Mario Barbieri

Associazione Famiglie Esposti Amianto

C/O Serarcangeli Pietro – Cell. 366 2644096

Via Cisa Sud, n. 196 – 19037 Santo Stefano di Magra (La Spezia)

e.mail: serarcangeli.pietro@libero.it – PEC serarcangeli.pietro@pec.libero.it

 

1            – DPR 90/2010 ( Legge 382/1978 e DPR 545/1986)

Art. 575- Giuramento 1. I militari prestano giuramento con la seguente formula: «Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni».(identico all’Articolo 2 Legge 382/78) 2. Il giuramento si presta in forma solenne, alla presenza della bandiera e del comandante del corpo.((Esso e’ rinnovato ad ogni cambiamento di categoria del militare.)) (identico al comma 1 dell’Articolo 6 DPR 545/86)

Art. 712- Doveri attinenti al giuramento 1. Con il giuramento di cui all’articolo 621, comma 6, del codice il militare di ogni grado s’impegna solennemente a operare per l’assolvimento dei compiti istituzionali delle Forze armate con assoluta fedelta’ alle istituzioni repubblicane, con disciplina e onore, con senso di responsabilita’ e consapevole partecipazione, senza risparmio di energie fisiche, morali e intellettuali affrontando, se necessario, anche il rischio di sacrificare la vita. 2. L’assoluta fedelta’ alle istituzioni repubblicane e’ il fondamento dei doveri del militare. (identico all’Articolo 9 DPR 545/86)

Art. 725 – Doveri propri dei superiori – […] e) curare le condizioni di vita e di benessere del personale; f) assicurare il rispetto delle norme di sicurezza e di prevenzione per salvaguardare l’integrita’ fisica dei dipendenti; […] (identico all’Articolo 21 DPR 545/86)

 

Coordinamento Amianto pro Comparto Difesa (CAD) prot. 031.bis / 2017 -allegato-

Alghero – La Spezia, mercoledì 6 dicembre 2017

Comunicazione di avvio di sciopero della fame e di SIT-IN a Roma, davanti alla Camera dei Deputati – Piazza Montecitorio, dietro l’obelisco- la non-violenza è il massimo del coraggio -Mahatma Gandhi-

Alla Cortese attenzione di: 

Presidente della Repubblica, Sergio MATTARELLA

In qualità di Capo Supremo delle FF.AA. PEC: protocollo.centrale@pec.quirinale.it

Presidente del Senato della Repubblica, Pietro GRASSO

PEI: segreteriagabinettopresidente@senato.it

Presidente della Camera della Repubblica, Laura BOLDIRNI

PEI: laura.boldrini@camera.it

Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo GENTILONI

PEC: presidente@pec.governo.it ;

Ministro della Difesa, Roberta PINOTTI

PEI segreteria.ministro@difesa.it ,

Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio GRAZIANO

PEC udc@postacert.difesa.it ;

 

Presidente e Onorevoli membri della Commissione parlamentare di inchiesta sugli effetti dell’utilizzo dell’Uranio, dell’Amianto, Radon e Vaccini nell’ambito della Difesa e della Sicurezza Nazionale, Camera dei Deputati, tramite Pei: segreteria.scanu@camera.it : com.uranio@camera.it

Presidente e Sen.ri Commissari della Commissione Parlamentare di Inchiesta sugli Infortuni sul Lavoro del Senato della Repubblica, tramite Pei: camilla.fabbri@senato.it commissione.infortuni@senato.it

Presidente e On.li Commissari della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, tramite Pei: damiano_c@camera.it giorgiaderrico@camera.it ; boccuzzi_a@camera.it com_lavoro@camera.it ;

Presidente e On.li Commissari della XII Commissione Affari Sociali, tramite Pei: marazziti_m@camera.it segreteria.presidentemarazziti@cameta.it casati_e@camera.it

com_affari_sociali@camera.it

Sen.ri firmatari dei DdL al Senato: S. 8/2013 Casson e altri; S

1645/2014 Casson e altri; S. 1715/2014 Di Biagio e altri;

On.li firmatari dei PdL dalla Camera C. 3925/2016 Scanu e altri, C. 4243/2016 Cirielli e altri, C. 3826 Pili e altri, C. 4245

Vito e altri, C. 3559/2016 Piras e altri, C. 620/2013 Sbrollini e altri, C . 1353/2013 Antezza e altri , C. 1366/2013 D’Incà e altri , C 2237/2014 Bocuzzi e altri, C. 3664/2016 Zolezzi e altri;

On.li Proponenti il comma 211 dell’art. 1- L. 232/2016

Sig.ra Sindaca di Roma Capitale,

tramite Pec: eventicittadini.gabinetto@comune.roma.it 

Sig Questore di Roma

tramite PEC: gab.quest.rm@pecps.poliziadistato.it urp.quest.rm@pecps.poliziadistato.it Commissariato di Alghero

tramite PEC: comm.alghero.ss@pecps.poliziadistato.it

Il Coordinamento Amianto pro Comparto Difesa, più brevemente CAD, composto dalla AFeVA Sardegna e dalla AFEA, è stato costituito con il fine di stabilire una univoca, unitaria, coordinata e incisiva azione tra le Associazioni di Vittime dell’Amianto in difesa dei diritti dei militari e dei civili del Comparto Difesa e della Sicurezza Nazionale esposti e vittime dell’amianto e degli altri fattori nocivi, e dei familiari di questi, per la rivendicazione e l’affermazione dei diritti ora negati, senza l’erosione di quelli già

riconosciuti al predetto personale e ai loro familiari,

 

 

Contatti CAD

A.FeV.A Sardegna ONLUS

Associazione Familiari e Vittime Amianto Sardegna

c/o Garau Salvatore, Via Azuni, 39 07041 Alghero (SS)

tel e fax 079 970103 — cell. 347 5234072

e.mail afevasardegna@yahoo.it PEC afevasardegna@pec.sardegnasolidale.it

 

 

A.F.E.A Onlus Mario Barbieri

Associazione Famiglie Esposti Amianto

C/O Serarcangeli Pietro – Cell. 366 2644096

Via Cisa Sud, n. 196 – 19037 Santo Stefano di Magra (La Spezia)

e.mail: serarcangeli.pietro@libero.it – PEC

Condividi: