ROMA CAPITALE PARTE CIVILE NEL PROCESSO VELODROMO

Roma Capitale si è costituita parte civile nel processo per disastro colposo relativo all’abbattimento nel 2008 del Velodromo dell’Eur. L’ipotesi è che la demolizione della struttura abbia sprigionato amianto nell’area circostante, mettendo così a rischio la salute della popolazione residente. L’Amministrazione capitolina è subentrata al consigliere comunale Riccardo Magi che a febbraio scorso, quando era ancora un semplice cittadino, si era costituito parte civile per conto del Comune per il tramite dell’Azione popolare.

“A Riccardo Magi va il nostro ringraziamento – ha dichiarato il sindaco Ignazio Marino – per aver rappresentato finora gli interessi dei cittadini. Costituendosi parte civile, Roma Capitale ha voluto schierarsi al fianco delle romane e dei romani coinvolti in questa preoccupante vicenda. L’ambiente e la salute dei cittadini sono infatti una priorità di questa amministrazione, per questo abbiamo voluto impegnarci direttamente nella loro difesa”.

Condividi: