DISASTRO UMANO NELLA EX AZIENDA SOCIETA’ PIRELLI DI VILLAFRANCA TIRRENA

Il territorio del Messinese continua ad annoverare sofferenze e morte tra gli ex esposti alle fibre Killer di Amianto e degli altri prodotti altamente cancerogeni tra le aziende che ne hanno trattato detti materiali..

Ieri è toccato a Pietro Duca, che dopo avere sofferto atrocemente, per patologie causate dall’esposizione alle fibre killer e ai prodotti per la produzione delle gomme, a soli anni 68, ha lasciato la propria famiglia in un totale sconforto e dolore.

Pietro ha dedicato la sua giovinezza e gli anni migliori all’interno della Pirelli, eseguendo il proprio lavoro con serietà e professionalità, inconsapevole dei rischi per la propria integrità fisica con mansioni di operaio gommaio.

Purtroppo, ancora oggi, dobbiamo registrare decessi, difficilmente quantificabili, mentre i responsabili regionali sonnecchiano e la legge regionale sull’amianto, 10 di Aprile 2014, rimane solo sulla carta, i controlli sulla Sorveglianza Sanitaria per gli ex Pirelli dovevano iniziare nel lontano 2010, impegno assunto dall’ASP 5 di Messina, la mappatura dei prodotti in Amianto sul territorio regionale non esiste, i cittadini continuano ad essere esposti alle fibre esistenti sul territorio e le statistiche fornite dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica, affermano che vi sono 3.000 morti l’anno, 8 al giorno, 1 ogni tre ore, per Mesotelioma Pleurico o di uno degli altri 10 Tumori Asbesto Correlate.

Basterebbe, poco, un pò di umanità, sensibilità, correttezza, professionalità e senso del dovere da parte di quei soggetti che nelle Istituzioni dovevano e dovrebbero tutelare l’integrità fisica e psicofisica degli ex esposti, degli esposti e dei cittadini.

Nelle sofferenze patite da Pietro e da tutti coloro che siamo affetti da patologie o che giornalmente muoiono, chiediamo un sollecito iter applicativo della legge regionale amianto, una ripresa della discussione in Commissione Senato su decreti Amianto e la ripresa del Piano Nazionale Amianto bloccato in Conferenza Stato – Regioni. Basta poco, basta volerlo, basta immedesimarsi in tutti coloro che giornalmente muoiono o che soffriamo per patologie Asbesto correlate o prodotti altamente cancerogene.

Il Presidente Salvatore Nania

 

Giammoro li 11/04/2015

Condividi: