CONVEGNO AMIANTO ROMA


Amianto: quale giustizia per le vittime
13 marzo 2014 – Senato della Repubblica Santa Maria in Aquiro p.za Capranica Roma

Il 13 marzo si è svolto il convegno organizzato dal Coordinamento Nazionale Amianto (CNA) in collaborazione con senatore Felice Casson, vice presidente della Commissione Giustizia del Senato. Al convegno hanno partecipato, insieme ai rappresentanti di quasi tutte le associazioni delle vittime e degli ex esposti all’amianto, i rappresentanti dei sindacati confederali esperti del diritto (28 avvocati), delle bonifiche ambientali, dell’epidemiologia descrittiva.

Sono interventi portando i loro importanti contributi: il dott. Roberto Riverso, giudice del lavoro a Ravenna; la dott.ssa Sara Panelli e il dott. Gianfranco Colace (Pubblici Ministeri a Torino). Ha introdotto il senatore Felice Casson. E’ intervenuta, mostrando la sua più ampia disponibilità ad affrontare l’argomento l’on. Franca Biondelli, recentemente nominata sottosegretaria al Lavoro.

Successivamente si è sviluppata un’ampia discussione fra i rappresentanti delle vittime e degli ex esposti (essi stessi vittime ed ex esposti all’amianto ) con gli esperti giuristi e tecnici, che ha portato a prendere le seguenti decisioni:

  1. Chiedere al Presidente del Consiglio dei Ministri l’approvazione – entro la fine del mese di maggio – del Piano Nazionale Amianto (PNA) , predisposto dal governo Monti al seguito della Conferenza Nazionale del novembre 2012 a Venezia. Tale Piano è rimasto sulla carta per mancanza di adeguato finanziamento, quindi non approvato dalla Conferenza delle Regioni. Fondi che ora si possono trovare considerando che si possono spalmare su tre anni.
  2. Chiedere al Presidente del Consiglio e al Ministero del Lavoro l’adeguamento del Fondo per le vittime dell’amianto , già istituito, ma limitato ai lavoratori ex esposti e non alle vittime da esposizione casalinga e ambientale:
  3. Chiedere al Presidente del Consiglio e ai ministeri competenti la messa in sicurezza dei siti pubblici contaminati da amianto: prioritariamente il piano di edilizia e di messa in sicurezza delle scuole – già annunciato dal sig. Presidente, deve prevedere anche la rimozione dell’amianto nelle – ancora – 116 scuole contaminate. Alla stessa stregua devono essere messi in sicurezza e successivamente bonificati, 37 ospedali, case di cura, case di riposo, 86 uffici della pubblica amministrazione, 27 impianti sportivi, 8 biblioteche e almeno 4 grandi siti industriali dismessi;
  4. Chiedere ai Signori Presidenti del Senato e della Camera di interporre i propri uffici affinché le proposte di legge sull’amianto, a partire dal ddl n. 8/2011 (Casson e altri) inizino il loro iter con la discussione nelle commissioni competenti.
  5. Predisporre un documento sul principale oggetto della discussione del convegno presso il Senato, quello della relazione amianto-giustizia tramite il quale Senatore Felice Casson assume il compito di presentare un disegno di legge e/o di proporre emendamenti a leggi esistenti a riguardo di alcuni essenziali problemi che devono essere celermente affrontati e risolti:
  1. a)  la Prescrizione che deve essere interrotta a partire dall’inizio dei procedimenti davanti al giudice dell’udienza preliminare
  2. b)  la eliminazione dei termini di decadenza
  3. c)  il divieto della restituzione dell’indebito
  4. d)  l’accentramento delle competenze processuali al medesimo giudice
  5. e)  la possibilità di scegliere, per magistrati inquirenti, di restare ad altro ufficio anche quando scade il proprio mandato
  6. f)  l’ istituzione della Procura Nazionale sulla salute e sicurezza del lavoro e dell’ambiente o, in subordine, la istituzione di un apposito ufficio di magistrati competenti ed esperti a livello distrettuale.
Infine le associazioni ed sindacati nella giornata del 28 aprile, dedicata a livello internazionale alle vittime dell’amianto, organizzeranno presidi, manifestazioni e incontri a livello regionale per l’attuazione del Piano Regionale Amianto e di quanto richiesto
RELAZIONE DOTT. ROBERTO RIVERSO
Riverso interv. convegno Roma
INTERVENTO DELL’ING. MARCO GIANGRASSO
amiantosenato13.3.14
FULVIO AURORA Segretario Aiea Onlus e SEN. FELICE CASSON
 

ROBERTO RIVERSO : Giudice del lavoro del tribunale di Ravenna


MICHELE MICHELINO : Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio Sesto San Giovanni

SARA PANELLI: Pm Torino

LAURA MARA: Avvocato  Foro di Busto Arsizio

MARIO MURGIA: Presidente Aiea Val Basento

EDOARDO BORTOLOTTO: Avvocato Foro di Vicenza

COMUNICATO STAMPA SEN.CASSON

AMIANTO: CASSON, QUATTRO PUNTI SUI QUALI GOVERNO DEVE INTERVENIRE

“Questi i quattro punti sui quali il governo dovrebbe intervenire al più presto”. Sono quelli fissati nel corso del convegno  convegno organizzato dal Coordinamento Nazionale Amianto (CNA) in  collaborazione con  senatore Felice Casson, vice presidente della Commissione Giustizia del Senato, al quale è intervenuta l’on. Franca Biondelli, sottosegretaria al Lavoro. “Nel corso dei lavori sono emerse alcune precise indicazioni – spiega Casson – Innanzitutto l’approvazione,  entro la fine del mese di maggio, del Piano Nazionale Amianto (PNA) , predisposto dal governo Monti al seguito della Conferenza Nazionale del novembre 2012 a Venezia. Tale Piano è  rimasto sulla carta per mancanza di adeguato finanziamento, quindi non approvato dalla Conferenza delle Regioni. Fondi che ora si possono trovare considerando che pure si possono spalmare su tre anni”.
“Occorre inoltre intervenire – aggiunge – sull’adeguamento del Fondo per le vittime dell’amianto, già istituito, ma limitato ai lavoratori ex esposti e non alle vittime da esposizione casalinga e ambientale. E’ poi fondamentale la messa in sicurezza dei siti pubblici contaminati da amianto, il piano di edilizia e di messa in sicurezza delle scuole (ce ne sono ancora 116 contaminate). Alla stessa stregua devono  essere messi in sicurezza e  successivamente bonificati,  37 ospedali, case di cura, case di riposo, 86 uffici della pubblica amministrazione, 27 impianti sportivi, 8 biblioteche e almeno 4 grandi siti industriali dismessi”.”Il Parlamento poi deve fare la sua parte discutendo le proposte di legge sull’amianto – conclude Casson – Per intervenire con maggior forza mi sono impegnato ad intervenire  normativamente per interrompere la prescrizione, eliminare  i termini di decadenza per i reati connessi, il divieto della  restituzione dell’indebito, l’ istituzione della Procura Nazionale sulla salute e  sicurezza del lavoro e dell’ambiente o, in subordine, la istituzione di un apposito ufficio di magistrati competenti”.

Hanno partecipato al convegno oltre le persone nominate: 

esperti giuristi:
Sara Panelli (PM Torino)Gianfranco Colace (PM Torino), Roberto Riverso(giudice del lavoro- Ravenna),Stefano Palmisano(avvocato – foro di Brindisi), Laura Mara (avvocato – foro di Busto Arsizio),Edoardo Bortolotto (avvocato – foro di Vicenza),Maria Grazia Napoli      (avvocato – foro di Torino)
 
esperti tecnici e medici:Luigi Mara (Medicina Democratica nazionale) Marco Giangrasso        (ISPRA – Roma)– Edoardo Bai (ISDE – Milano)– Stefano  Silvestri  (Igienista del Lavoro – Epidemiologia Ambientale – Occupazionale) 
fra le Associazioni: Antonio Pizzinato (Copal – Lombardia)– Maria Chiara Rodeghiero (Aiea Vicenza– Andrea Minutolo  (Legambiente)– Silava Zambonini  (Aiea Lazio)– Maura Crudeli  (Aiea Lazio)– Armando Vanotto (Aiea Nazionale)– Michele Michelino (Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoroe nel territorio Sesto San Giovanni) – Paolo Nardin  (Aiea Padova)– Salvatore Nania  (Comitato permanente esposti amianto e ambiente – Milazzo) Alexia Otella   (Aiea Savigliano)– Mario Murgia   (Aiea Val Basento)– Liliana Guarino (Aiea Val Basento)– Chiara Misin  (Aiea Turbigo)– Valentino Gritta  (Aiea Turbigo)– Gabriele Feruzzi   (Aiea Napoli)– Chiara D’Ago     (Aiea Napoli)– Maurizio avv. D’Ago    (Aiea Napoli)– Federico Battaglia(Aiea Napoli)– Ilaria Di Somma  (Aiea Napoli)– Sabina Contu   (Aiea Sardegna)– Liliana Guarino    (Aiea Potenza)– Gabriele Ferruzzi (Aiea Napoli)– Chiara D’Ago (Aiea Napoli)– Federico Battaglia  (Aiea Napoli– Ilaria Di Somma             (Aiea Napoli)– Tiziano Volpato   (Aiea Turbigo)– Maurizio Cardellini       (Aiea Larderello)– Lorenzo Vangelisti    (Aiea  Larderello)– Mauro Pieretti   (Aiea Larderello)– Stefano Ustali                (Aiea Larderello)– Elio Quattrociocchi       (Aiea Lazio)– Giovanni Carini   (Aiea Lazio)– Adalberto Bortolotto   (Aiea Vicenza)– Bruno Medici   (Medicina Democratica Castellanza)– Fabio Paterniti  (Caveallamaintonograzie Parma)– Paolo Tomatis   (Eara- Triste)– Aurelio Pischianz   (AEA FVG – Trieste) Santina Pasutto ved. Persich  (AEA FVG – Trieste)
– Olivio Belletich (AEA FVG – Trieste) Eda  AEA FVG –Trieste)
– Giuseppe Mattagliano (AEA-FVG)– Adriana Graziotti (AIEA Lazio)– Delfi Giuseppe (AVANI, Broni)– Brandolini Massimo (AVANI, Broni)– Giuseppe Turudda        (Civ-Inail)– Stefano Codogno (Fondazione Bepi Ferro- Padova)– Nino Sirolli (Comitato amianto –Sulmona)– Luca Alessandria (Interforum-Torino)– Giuseppe D’Ercole (CISL Nazionale)Claudio Ianelli  (CGIL  Nazionale) 
fra i professionisti:– Luca Massimo Baiada giudice – Corte Militare d’Appello Roma– Andrea Rosario Di Giura  avvocato – foro di Matera– Cinzia Pasquale                            avvocato – foro di Potenza– Alessandra Sprovera  avvocato – foro di Potenza– Maurizio  D’Ago avvocato – foro di Napoli– Alessandro Russo  avvocato – foro di Roma– Maurizio Morosini  avvocato – foro di Roma– Claudia Pischedda   avvocato – foro di Cagliari e Roma– Elena Paba,  giornalista-  radio1 RAI– Fabrizio Protti,direttore Inertam Europlasma– Andrea Bortolotto  avvocato – foro di Vicenza– Valentina Dato  avvocato – foro di Vicenza– Fabrizio Cola– Alessandra Mari     avvocato – foro di Roma– Matteo Notarangelo                    avvocato – foro di Foggia– Maria Grazia Armillotti  avvocato –  foro di Foggia– Vincenzo Di Micco  giornalista – Primativvù Avellino– Vittorio Barbarisi    cameraman – Primativvù Avellino– Brigida Cesta  avvocato – foro di Avellino– Bruno Catello                                informatico – Avellino– Salvatore Auletta avvocato – foro di Matera 
fra i parlamentari:– on. Maria Antezza– on. Franca Biondelli– on. Sabrina Capozzolo– on. Maria Chiara Gadda– on. Gea Schirò– on. Giuseppe De Mita– on. Domenico Rossi– sen. Claudio Moscardelli– sen. Nicoletta Favero– sen. Patrizia Manassero
Condividi: