ANSALDO ENERGIA E FINMECCANICA RESPONSABILI CIVILI PER MORTI AMIANTO

Amianto: nel processo  contro 10 dirigenti della Breda Termomeccanica di Milano imputati della morte per amianto di 11 lavoratori e lesioni gravissime  di uno ancora vivo, chiamati in causa come responsabili civili anche Ansaldo Energia e Finmeccanica

 

Si è svolta il 3 dicembre (con la partecipazione di numerosi famigliari dei lavoratori morti e la presenza del nostro Comitato), l’udienza che doveva decidere sulla richiesta degli avvocati di parte  civile di citare nel processo come responsabili civili anche le aziende Ansaldo Energia SpA e Finmeccanica SpA, che nei vari passaggi societari hanno incorporato la BredaTermomeccanica.L’avvocato di Finmeccanica ha contestato la chiamata in causa della società da lui difesa sostenendo che non era mai successo che fossero chiamati in solido due responsabili civili, contestando anche i capi d’imputazione del P.M. dott. Nicola Balice contro i dirigenti della BredaTermomeccanica imputati di omicidio colposo e lesioni gravissime, tesi fatta propria anche dal difensore di Ansaldo Energia.

Subito dopo c’è stata la replica dell’avvocata Laura Mara (difensore dei famigliari dei lavoratori morti, di Medicina Democratica, dell’Associazione Italiana Esposti amianto e del Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio.) che, documentando in aula i vari passaggi di proprietà documentati dalla Camera di Commercio, ha evidenziato e dimostrato la responsabilità civile delle due aziende.All’avv. Mara si sono associati tutti gli avvocati delle altre parti civili, FIOM-CGIL, INAIL e Regione Lombardia.Dopo la Camera di Consiglio il Giudice Dr.ssa Anna Introini, Presidente della 9° Sezione Penale del Tribunale di Milano, ha respinto tutte le argomentazioni degli avvocati di Ansaldo e Finmeccanica citando in giudizio le due società in solido come responsabili civili. Intanto mentre i processi continuano nel tentativo di ottenere almeno un po’ di giustizia, per quanto tardiva, gli ex lavoratori continuano a morire. Qualche settimana fa è morto un altro ex lavoratore della BredaTermomeccanica di Viale Sarca 336 a Milano per mesotelioma pleurico.



 

 

 

Condividi: