PROCESSO LARDERELLO ENEL IN ATTESA DI GIUDIZIO

IMG-20170515-WA0003

E’ stata chiesta la condanna per tutti dal legale della parte civile di l’Aiea (associazione italiana esposti amianto), l’avvocato Alessandro Zarra, ritenendo provato il nesso tra l’insorgere della malattia – mesotelioma pleurico – e il decesso per la presenza di amianto nei luoghi di lavoro per i quali i dirigenti dell’epoca non avrebbero garantito come formazione e informazione la necessaria salubrità a tutela degli operai.