LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LETTA

COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE VITTIME DELL’AMIANTO
c/o Associazione Italiana esposti Amianto (AIEA)
via dei Carracci, 2 20149 Milano 024984678/3392516050

Sig. Presidente del Consiglio dei Ministri Dott. Enrico Letta

E p. c.
Sig. Presidente del Senato della Repubblica Dott. Pietro Grasso
Senato della Repubblica – Roma

Sig.ra Presidente della Camera dei deputati Dott.ssa Laura Boldrini
Camera dei Deputati – Roma

Sigg. Presidenti dei Gruppi politici di Senato e Camera
Loro sedi

Sig. Ministri del Lavoro Sig. ra Ministro della Salute Sig. Ministro dell’Ambiente Loro sedi

 

 

 

Oggetto: richiesta di inserimento nel programma di Governo il Piano Nazionale Amianto

Sig. Presidente del Consiglio dei Ministri,

le associazioni firmatarie della presente, si rivolgono a Lei, in questo particolare momento in cui il Governo sta rinegoziando e riformulando il suo programma.

Si tratta di una semplice richiesta: di inserire in questo programma tutte le iniziative atte ad approvare definitivamente il Piano Nazionale Amianto definito al seguito della Conferenza nazionale promossa dal Governo a Venezia dal 22 al 24 novembre 2012. Il Piano è stato sospeso dalle Regioni in quanto non sufficientemente finanziato dal Ministero dell’Economia del precedente Governo Monti.

Da allora non se ne è più parlato in termini concreti. Per la verità, durante la sessione parlamentare per l’approvazione della legge di stabilità sono stati presentati degli emendamenti (Senato della Repubblica: Casson e altri; Camera dei Deputati: Antezza e altri. Tali emendamenti sono stati respinti, mentre alla Camera è stato approvato un ordine del giorno (n. C 1865)

Le associazioni sono ben coscienti delle difficoltà che oggi si presentano davanti a chi governa il paese e conoscono i problemi difficili che richiedono soluzioni efficaci ed in tempi rapidi; vorrebbero però che vi sia la dovuta considerazione anche per tutte le vittime da amianto, a partire dagli ex esposti, in ordine ai risarcimenti (Fondo per le vittime non professionali), alle bonifiche (dei più importanti SIN contaminati da amianto), alla epidemiologia, sorveglianza sanitaria e ricerca clinica amianto correlata.

Le associazioni scriventi si permettono di suggerire che i finanziamenti si devono trovare senza esitazioni, razionalizzando altre spese dello Stato, in quanto si tratta della salute pubblica dei cittadini della Repubblica. Il non intervento significa venir meno al principio costituzionale della tutela della salute come fondamentale diritto individuale e interesse della collettività, con la conseguenza di accollarsi costi sociali ben maggiori rispetto a ciò che comporterebbe il finanziamento del Piano nazionale amianto.

La ringraziamo per quanto potrà fare per ridurre la mortalità per amianto (cica 4.000 deceduti l’anno) eliminandolo progressivamente e in via definitiva entro il 2020.

Le inviamo i migliori saluti, in attesa di una Sua cortese risposta Milano, 4 febbraio 2013

Fulvio Aurora

Elenco delle associazioni del coordinamento nazionale:

  • ASS. ESPOSTI AMIANTO – MONFALCONE,
  • ASS.ESPOSTI AMIANTO FVG TRIESTE,
  • ASS. REGIONALE EX ESPOSTI -ORISTANO,
  • ASS. REGIONALE FAMIGLIARI ESPOSTI AMIANTO-LA SPEZIA
  • ASS. VITTIME AMIANTO NAZIONALE ITALIANA – BRONI
  • ASS. ITALIANA ESPOSTI AMIANTO MILANO,
  • ASS. VITTIME AMIANTO – BRONI,
  • ASS. NAZIONALE MUTILATI ED INVALIDI – ROMA,
  •  BAN ASBESTOS ITALIA – MILANO,
  • COMITATO PER LA DIFESA DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO E SULTERRITORIO SESTO SAN GIOVANNI,
  • COMITATO PERMANENTE EX ESPOSTI – MILAZZO,
  • COMITATO PREVENZIONE AMIANTO LOMBARDIA,
  • CAVE ALL’AMIANTO NO GRAZIE – PARMA,
  • EUROPEAN ASBESTOS RISK ASSOCIATION – TRIESTE,
  • LEGA AMBIENTE – ROMA,
  • MEDICINA DEMOCRATICA – MILANO,
  • ASSOCIAZIONE MEDICI PER L’AMBIENTE – MILANOAllegato: odg della Camera dei DeputatiFulvio.Aurora Cell.3392516050
    Mail: fulvio.aurora@virgilio.it
Condividi: